mediaware

siti e web marketing

Quanto costa un sito internet?

Cosa ti devi aspettare quando chiedi un preventivo per un sito web?

Per capire se il prezzo di un sito sia più o meno ragionevole occorre prima di tutto porsi qualche domanda: cos'è un sito web? quali funzioni ha? cosa occorre per creare un sito web?

Molte persone pensano che un sito internet sia semplicemente un insieme di pagine web dall'aspetto grafico simile (possibilmente gradevole) dove qualcuno ha caricato immagini (belle) e testi (che dovrebbero essere utili), solitamente raggiungibili da una pagina principale (la home) che è quella su cui "si va" quando si digita su Google qualcosa tipo www.ilsitochemiinteressa.it oppure, tanto per fare qualche esempio, "amazon sito web" o "tripadvisor sito web".

La risposta che molte persone danno alla seconda domanda (a cosa serve un sito web?) si può riassumere più o meno così: perché oggi non puoi non essere su internet… ci sono tutti e, se qualcuno ti cerca, ti deve trovare anche lì!

Costo sito web

INDICE DEI CONTENUTI

L'importanza di avere un sito

Ed ecco svelato il motivo che giustifica la necessità di avere un sito: perché è lo strumento che ti consente di esistere in rete e di farti trovare (e raggiungere) da chi sta cercando nella sconfinata immensità del web una risposta, una soluzione ad un problema che proprio un prodotto o servizio come il tuo è in grado di risolvere.

E non stiamo parlando solo di gente che abita o lavora vicino al tuo negozio, al tuo studio, alla tua officina piuttosto che al tuo ristorante… ma, potenzialmente, di qualsiasi persona nel mondo che ha proprio bisogno di ciò che offri tu a prescindere dalla collocazione geografica.

Si può quindi dire che il sito web sia sì una vetrina, ma una vetrina visibile e raggiungibile da chiunque e da ogni angolo della terra… uno strumento dalle potenzialità davvero straordinarie!

Ma torniamo al discorso dal quale siamo partiti: il preventivo per un sito web.

Il costo di un sito web si può stimare a priori?

Indicare il prezzo di un sito internet come fosse un qualsiasi bene d'uso comune (ad esempio un'automobile) senza conoscere esigenze, motivi e scopi per cui se ne richiede la realizzazione non è semplice (anzi, a mio modesto avviso, proprio non si può), ma è possibile capire quali sono i fattori che incidono sul valore effettivo del servizio che viene offerto.

Quindi, se ti aspetti che questo post sia un listino prezzi per siti web in base al tipo o al numero di pagine, NON sei nel posto giusto! Il mio intento, infatti, è quello di spiegarti nel dettaglio quali sono i parametri che devi considerare per valutare se l'importo che ti propone il professionista o la web agency a cui ti sei rivolto sia equo o meno.

I fattori che influiscono sul preventivo per un sito web.

La soluzione hosting.

L'hosting è la prima variabile che può influire sul costo di un sito web.

Come dice la parola stessa, il servizio di hosting (dall'inglese to host che significa ospitare) consiste nel rendere disponibile sul web uno spazio dove il sito risiede fisicamente: è fornito dagli Internet Server Provider previa stipula di un contratto che può prevedere soluzioni più o meno onerose.

Più il server che ospiterà il sito è performante in termini di spazio dedicato, ampiezza e velocità di banda, disponibilità di strumenti per la gestione delle pagine, etc… più sarà caro il piano tariffario applicato.

Come puoi capire qual è la soluzione hosting migliore? In questo caso, ti consiglio di accordare massima fiducia al professionista o alla web agency che ti sta facendo il preventivo e che sa come valutare i termini del servizio in base alle esigenze specifiche del tuo sito.

L'esperienza, infatti, insegna che vale la pena investire qualche euro in più ed avere:

  • banda dedicata e spazio web adeguato per pagine che si caricano velocemente;
  • un'assistenza post vendita 7/7 e 24/24. Pensa quali danni economici potrebbe subire un ristorante in Riviera se, nel bel mezzo della settimana di ferragosto, il sito non si visualizzasse perché il server "è giù" (cioè non funziona)… aprire un ticket di assistenza che risolve il problema in pochi minuti invece che nell'arco di settimane non sarebbe fantastico? Ed i mancati guadagni per un e-commerce non raggiungibile per giorni?

La strategia di marketing.

Il sito web è uno dei tanti elementi che concorrono al successo della linea di comunicazione che hai scelto di adottare per dare visibilità alla tua attività: come il pezzo di un puzzle, si deve incastrare perfettamente nel quadro complessivo della tua strategia di marketing.

Questo vuol dire che il professionista o la web agency a cui hai affidato l'incarico di svilupparlo ha bisogno di conoscere a fondo i dettagli del tuo progetto.

Deve cioè sapere:

  • qual è il tuo target di riferimento e le sue esigenze, sia commerciali (così da poter progettare adeguatamente le pagine che pubblicizzano i tuoi prodotti/servizi), sia informative (così da poter contribuire a creare e diffondere contenuti che interessano davvero al tuo pubblico). Questa fase così delicata ed importante passa attraverso la creazione delle buyer personas (rappresentazioni idealizzate, ma realistiche del tuo cliente-tipo) e l'individuazione degli step del loro buyer's journey (ovvero il percorso che inizia con la presa di coscienza del problema, passa attraverso la valutazione delle possibili soluzioni per terminare nella decisione d’acquisto finale);
  • qual è la vera ragion d'essere del tuo prodotto/servizio ovvero la sua USP (acronimo inglese di Unique Selling Proposition che, letteralmente, significa "argomentazione esclusiva di vendita"). Cosa rende unico il tuo prodotto/servizio? Qual è la caratteristica esclusiva che lo rende diverso da ciò che propongono i tuoi concorrenti diretti? Ciò che stai promettendo ai clienti è davvero la soluzione migliore e definitiva al loro problema?
  • qual è il tuo mercato di riferimento, lo stato della domanda (latente o consapevole?) e chi sono i tuoi competitors (ovvero i concorrenti che vendono/forniscono il tuo stesso prodotto/servizio).

Il fatto che queste informazioni siano più o meno disponibili influisce notevolmente sul costo di un sito web: il preventivo, infatti, può variare a seconda del grado di coinvolgimento del professionista o della web agency nell'individuazione e nello studio dei fattori che ho citato.

Sono comunque dati fondamentali che chi sviluppa il sito deve necessariamente valutare per una progettazione accurata che concorra al successo complessivo del risultato finale.

La progettazione dell'alberatura.

Sempre in fase progettuale, occorre che lo sviluppatore abbia ben chiaro lo schema dei contenuti che popoleranno le pagine web ai fini di una corretta distribuzione degli stessi all'interno del sito.

L'alberatura di un sito, infatti, non si può improvvisare: deve essere ben studiata a priori.

Questo lavoro preliminare è estremamente importante e deve essere affrontato a 4 mani: da un lato occorrono la tua esperienza e la tua conoscenza del prodotto/servizio che offri, dall'altro la professionalità di chi sa come presentare al meglio i vantaggi della tua proposta.

Anche questo step richiede un impegno che non può essere sottovalutato quando si quantifica l'offerta per la realizzazione di un sito web: individuare i contenuti per le pagine istituzionali, per le pagine prodotto/servizio (product pages), per le pagine di informazione/approfondimento (pillar pages e relativi subtopic) e, sulla base di questi, progettare l'intera alberatura del sito per renderlo agevolmente fruibile sia da parte degli utenti che dei motori di ricerca può fare la differenza tra un sito web che funziona ed un sito totalmente inefficiente!

Lo sviluppo tecnico.

Ed ecco la vera è propria fase di web design cioè quella a cui il senso comune attribuisce il vero significato di "fare un sito web"!

Consiste essenzialmente nella progettazione e nello sviluppo del template del sito che darà un aspetto grafico gradevole e coerente alla sua home page, alle pagine interne, ai post del blog ed a tutti gli elementi utili al processo di conversione come i form (i moduli digitali dove l'utente scrive i propri dati), le CTA (letteralmente le "chiamate all'azione" cioè i pulsanti dove l'utente clicca per fare cose come scaricare un file, andare su un'altra pagina, inviare un modulo di contatto, etc…), le landing pages (letteralmente le "pagine di atterraggio" appositamente concepite per indurre l'utente a fare ciò che vogliamo ovvero progettate per convertire), le thank you pages (letteralmente le "pagine di ringraziamento" che appaiono all'utente quando ha compiuto una determinata azione come, ad esempio, iscriversi alla newsletter), etc…

Quante cose vero? Forse non te l'aspettavi...

Il sito web non è solo "ciò che si vede": esistono una serie di elementi più o meno nascosti che vanno pensati e realizzati con cura per regalare all'utente un'ottima esperienza di navigazione e spingerlo alle azioni per cui il sito è stato concepito.

Anche da un punto di vista meramente tecnico, sviluppare un sito web è un po' più complesso che prendere il tema di WordPress che ci piace di più, metterci due belle foto e scriverci qualche riga di testo… ed è forse questo il motivo per cui farsi un sito da soli ha poco senso e per cui il suo prezzo non può essere una cinquantina di euro o poco più.

L'ottimizzazione per i motori di ricerca.

L'ottimizzazione per i motori di ricerca è cruciale per la buona riuscita di un progetto web.

Tutti ambiscono a posizionarsi tra i primi risultati della prima pagina di Google: ma è così facile? Considera per un attimo il numero di concorrenti diretti che hai (magari qualche decina a livello locale, ma se estendi il raggio d'azione a livello più ampio le cose cambiano parecchio) ed il numero dei posti disponibili in ogni pagina della SERP (10 + "le sponsorizzate" cioè i risultati a pagamento): come si può entrare nella "top three"?

La risposta è semplice (a dirsi, ma non a farsi): adottando una strategia SEO efficace!

Anche questo è un processo lungo e complesso che si articola sostanzialmente in tre step.

Il primo step prevede un'accurata fase di analisi dove sono valutati parametri quali:

  • il mercato ed il target di riferimento;
  • le caratteristiche del prodotto/servizio;
  • i termini usati dagli utenti della rete per interrogare i motori di ricerca al fine di trovare la miglior soluzione per risolvere un problema o soddisfare un'esigenza specifica.

Il secondo step è operativo e, in estrema sintesi, si traduce nella ricerca/individuazione delle parole chiave (le keywords) utili nelle successive fasi di:

  • ottimizzazione tecnica on-page (scrittura dei tag-title, dei meta-tag description, degli heading tag, delle url, etc…);
  • scrittura dei contenuti testuali (copywriting SEO);
  • link building (azioni seo off-page).

Il terzo ed ultimo step consiste nel monitoraggio sul lungo periodo: una strategia SEO per funzionare ha bisogno di rodaggio e continui aggiustamenti che tengano conto della volubilità del mercato e dell'agguerrita concorrenza dei competitors!

Tornando a bomba - ovvero al preventivo per la realizzazione del sito web - credo sia facile intuire come la complessità di questo lavoro nella sua totalità possa incidere anche considerevolmente sulla cifra proposta.

La scrittura dei testi.

Esiste un'ulteriore voce che pesa sul costo di un sito web e riguarda i contenuti testuali: li scrivi tu o lasci la palla alla web agency che, magari, al suo interno ha un professionista esperto di copywriting che sa scegliere le parole più adatte per scrivere in maniera persuasiva strizzando un occhio alla SEO?

È ovvio che, se affidi al professionista il compito di individuare gli argomenti (topic) da trattare nel sito per soddisfare gli intenti di ricerca commerciali ed informativi dei clienti acquisiti o potenziali (prospect), la stesura dei testi delle pagine istituzionali, la redazione dei post del blog aziendale, beh… la lista dei compiti si allunga (con conseguente crescita del prezzo del sito!).

Considera che scrivere "bene" i testi del sito web è un'arma infallibile in termini di acquisizione di traffico e trasformazione di semplici visitatori in clienti a tutto vantaggio delle tue entrate future.

Un copy persuasivo e "SEO friendly" contribuisce a:

  • attirare l'attenzione degli utenti (le visite aumentano);
  • agevolare il posizionamento sui motori di ricerca (i clic aumentano);
  • soddisfare bisogni/risolvere problemi degli utenti (i clienti aumentano);
  • condizionare le loro decisioni d'acquisto (le vendite aumentano).

Sì, l'investimento cresce, ma tutto è proporzionato al guadagno!

La pubblicazione del sito ed i lavori di post-produzione.

Ci siamo: finalmente il sito è pronto per essere pubblicato!

Ma il professionista scrupoloso sa che, prima di andare on line, è bene effettuare una serie di verifiche per valutare le prestazioni di tutti gli elementi che possono inficiare la buona riuscita del progetto.

Facendo ricorso ove possibile anche ad appositi tool, quindi, è bene dare un'ultima controllata:

Ancora due passaggi ed il lavoro si può finalmente considerare concluso.

L'integrazione nel sito degli strumenti di analisi gratuiti forniti da Google (Google Search Console e Google Analytics) è vivamente consigliata (sebbene non obbligatoria) per il monitoraggio delle sue performance in termini di indicizzazione, posizionamento e visite, nonché per la risoluzione di eventuali problemi.

Inoltre, è opportuno che il sito sia conforme a tutti gli obblighi in materia di Cookie e Privacy Policy nel rispetto dell'attuale normativa vigente.

È pertanto possibile che la cifra complessiva indicata nel preventivo tenga conto anche delle voci inerenti questi particolari aspetti.

In definitiva, qual è il prezzo giusto per un sito?

La risposta a questa domanda non può essere che uno scontatissimo "dipende".

Se hai avuto pazienza di leggere questo articolo fino a qui, forse avrai realizzato che il costo per il sito web che ti hanno proposto non è poi così esorbitante!

Ti sarà senz'altro chiaro che, oggi non è più possibile affidarne la realizzazione ad un mero "sviluppatore" (senza nulla togliere al ruolo fondamentale dei tecnici) e men che meno prendere in considerazione l'opzione "sito web gratis" (nel senso di sito-fai-da-te o creato dal cugino smanettone): più che altro, non basta più!

Quando si sviluppa un sito, il lavoro "dietro le quinte" è tanto imprescindibile quanto impegnativo perché ad ampissimo raggio: comporta conoscenze in materia di marketing, comunicazione, usabilità, strategie SEO, copywriting per il web e scrittura persuasiva (tanto per citare gli aspetti più importanti).

Va da sé che non tutte le realtà hanno le stesse esigenze: pertanto, proporre indiscriminatamente a chiunque tutti i servizi che ho descritto potrebbe essere eccessivo e sproporzionato.

Per questo motivo, come web agency, non confezioniamo mai preventivi a scatola chiusa, ma amiamo incontrare le persone che hanno bisogno dei nostri servizi per ragionare insieme su esigenze ed obiettivi al fine di individuare il metodo più efficace per ottenere il risultato migliore con il giusto dispendio di energie.